Condizionatore portatile con unità esterna: alla scoperta dei modelli e dei benefici

condizionatore portatile con unità esternaIn questa pagina parleremo del condizionatore portatile con unità esterna. Questo specifico elettrodomestico, rispetto ai modelli senza unità, è dotato di un condensatore che va posto all’esterno della camera, quindi, ad esempio in un balconcino.
Come funziona il condizionatore portatile con unità esterna?
Semplicissimo; basta installare il tutto (non servono tecnici) e dopodiché ci penserà il condensatore esterno a far evaporare la condensa, mentre l’unità presente nella tua stanza penserà a rinfrescare l’ambiente. Naturalmente 
le due unità sono collegate da un tubo. Questo tubo dovrà passare dalla finestra e più avanti vedremo i metodi possibili da attuare, ma prima di ciò vedremo le offerte e i vantaggi. 

Ecco nella tabella in basso le offerte di cui puoi approfittare per risparmiare sul costo d’acquisto dei seguenti condizionatori con unità esterna.
 
Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2019 11:23

Condizionatori portatili split: i nostri consigli d’acquisto

Passiamo adesso a descrivere i modelli che noi consigliamo di acquistare. Climatizzatori che abbiamo recensito e che possono essere utilizzati per il camper o per la casa. Naturalmente già dal titolo del sotto-paragrafo potrai capire qual è quello ideale per te in base al tipo di utilizzo.

Condizionatore portatile split per camper e roulotte: consigliamo il Mistralvan 2240

Se non necessiti dell’utilizzo del climatizzatore split in casa, ma solo in camper per poter così passare delle nottate fresche, allora consigliamo il Mistralvan 2240 Laminox. Modello consigliato perché non è troppo rumoroso e si installa facilmente (l’apposito kit è già in dotazione).

Condizionatore portatile split per casa: consigliamo il Trotec Pac 4600

Tra i climatizzatori split portatili adatti a raffreddare un ambiente domestico di massimo 40/50 mq, consigliamo il Trotec Pac 4600. Molto apprezzato per la sua silenziosità e per la notevole potenza (ben 14500 btu). Climatizzatore che puoi usare anche per ventilare la stanza o per deumidificarla, inoltre esegue delle autodiagnosi così verrai informato in caso di malfunzionamenti.

Climatizzatore portatile con unità esterna: quali sono i vantaggi?

Hai capito il funzionamento di un climatizzatore portatile con unità esterna e hai visto pure i modelli consigliati da noi, ora non ti resta che valutare i suoi vantaggi, che non sono certo roba da poco. Alcuni, siamo certi, li hai già capiti da te, ma noi, per sicurezza, li ripeteremo, così saremo certi al 100%, che niente ti sia sfuggito.
Senza perdere ulteriore tempo, andiamo a vedere i vantaggi di un climatizzatore portatile con unità esterna.

Più efficace e performante di un modello senza unità!

Essendo dotato di un condensatore separato dall’unità base, potrai utilizzare il tuo condizionatore portatile con unità esterna come se fosse un vero e proprio climatizzatore fisso. Ovviamente, la potenza non potrà eguagliare quella del fisso, ma resta comunque un’efficacia maggiore rispetto al climatizzatore senza unità.

Meno costoso di un modello fisso!

Quanto costerebbe un climatizzatore fisso di buona qualità?
Sicuramente tanti soldi, a cui si deve aggiungere eventualmente pure l’installazione. Di conseguenza con un condizionatore portatile con unità esterna avrà sicuramente un esborso di denaro inferiore. Un vantaggio non certo da poco.

Meno rumoroso di un modello senza unità!

Il condensatore verrà posizionato all’esterno del locale dove, magari, vuoi riposare. Questo ti permetterà di riposare in pace senza dover ascoltare il minimo rumore provocato dall’unità esterna. Quindi, massimo riposo e relax. Potrai sentire la partita della tua squadra del cuore senza che nulla possa, anche solo per un attimo, disturbare la voce del telecronista.

Condizionatori portatili con unità esterna: prezzi che variano in base alle funzioni e all’utilità

Rispetto ad un condizionatore fisso, il prezzo del climatizzatore portatile è inferiore. Tra i vari modelli il prezzo potrà cambiare a seconda delle caratteristiche (come ad esempio la presenza o meno del timer o della funzione sleep, e tante altre). Inoltre, ci sono modelli che possono essere utilizzati anche nei camper [come questo], di conseguenza prima di scegliere valuta bene quali sono le caratteristiche che preferisci e dove intendi usarlo.

Metodi per far passare il tubo dalla finestra

  • Eseguire un foro al vetro: è richiesto uno specialista (se credi di non esserne in grado e per evtiare spaicevoli conseguenze al tuo vetro, oltre che a te) ed è il metodo più artificioso e costoso, ma anche quello che ti evita l’entrata di aria calda o fredda dalla finestra semi-aperta.
  • Lasciare socchiusa la finestra: in questo caso, l’aria dall’esterno, entrerebbe. Anche se, quel po’ di aria che entra, non andrà a inficiare sull’efficienza del tuo condizionatore portatile.
  • Utilizzare telo sigillante: fai un foro al telo, in modo da far passare il tubo. Così, non dovrai forare il vetro e l’aria esterna non entrerà in casa.

Se opti per forare il vetro potrai successivamente riempire quel buco o comprando un apposito tappo oppure attaccando con la colla un vetro circolare dello stesso diametro. Se quello che hai tolto, va ancora bene, incolla quello, altrimenti, prendi le misure e fattene fare un altro da uno specialista.

Search