Come scegliere un condizionatore portatile?

Come scegliere un condizionatore portatileSei indeciso tra le varie tipologie di climatizzatori portatili presenti in commercio e non sai proprio quale scegliere?
Non sai bene quali funzioni siano più adatte?
Qual è la potenza ideale per il tuo ambiente domestico
?
A queste e tante altre domande, risponderemo in questa pagina. Quindi, senza perdere ulteriore tempo, andiamo subito a vedere come scegliere il condizionatore portatile perfetto per te.

Condizionatore portatile: quale scegliere?

Come ti aiuteremo a scegliere il climatizzatore portatile ideale?
Semplicemente ponendo delle domande e dando a quest’ultime delle risposte immediate. In ogni risposta vi sarà la possibilità di cliccare su degli appositi link in modo che tu possa approfondire l’argomento trattato.

In cerca di un climatizzatore dalla “massima efficacia”?

La tipologia più performante è di certo il condizionatore portatile con un’unità esterna. Sarà necessario fare un buco al muro (o semplicemente lasciare la finestra socchiusa o utilizzare un telo sigillante) in modo da collegare l’unità base al condensatore che verrà posto nel balconcino.
E se vuoi già scoprire uno tra i modelli migliori, clicca qui.

In cerca di un climatizzatore estremamente portatile?

Allora eccoti accontentato con il condizionatore portatile senza unità esterna. Il condensatore è già racchiuso al suo interno, ciò significa che non dovrai posizionare alcun condensatore all’esterno, il che facilita lo spostamento dell’elettrodomestico.
Ricorda di acquistare dei condizionatori silenziosi se no proprio la caratteristica di avere il condensatore già racchiuso al suo interno potrebbe rivelarsi un difetto. Il suo rumore potrebbe magari non farti addormentare la notte (se lo metti nella camera da letto).

Cerchi un climatizzatore senza tubo?

Attenzione: non esistono climatizzatori senza tubo, ma i raffrescatori.
Cos’è il raffrescatore?
Molto simile al ventilatore, solo che vanta una potere rinfrescante superiore. L’aria viene distribuita nella stanza tramite una ventola ma per rendere quest’aria più fresca, in delle apposite taniche dobbiamo mettere del ghiaccio o dell’acqua fredda. Il principio di funzionamento è del tutto naturale.
Incuriosito dall’argomento?
Clicca su “raffrescatore” e scoprine di più.

Deumidificatore, ventilatore e condizionatore in un unico prodotto?

Potrai godere di tutti questi vantaggi semplicemente scegliendo un modello dotato di questa tripla funzionalità. E a tal proposito noi vorremmo consigliarti, tra i vari modelli 3 in 1 che abbiamo recensito, Argoclima Nuk (se clicchi sul link potrai leggere la nostra recensione e scoprire pure quanto costa).

Vuoi un condizionatore portatile che consumi poco?

Allora, devi scegliere un modello con classe di risparmio A. Il massimo del risparmio si ottiene con un elettrodomestico di classe A+++ che rispetto alla classe A può garantire anche un 50% di risparmio. Anche se naturalmente comprare un condizionatore di classe A+++ significa spendere delle cifre più consistenti.
Tra i modelli che consumano meno consigliamo De’Longhi Pac N87.

Vuoi utilizzare il tuo condizionatore portatile anche d’inverno?

Allora, scegli un condizionatore con funzione caldo/freddo. Questa funzione ti permette di godere dei vantaggi del tuo elettrodomestico non solo quando arriva la torrida estate, ma pure quando le temperature si abbassano. Un utilizzo valido, quindi, per tutte le stagioni.
Tra i vari modelli in commercio consigliamo l’acquisto dell’Olimpia Splendid Ellisse Hp.

Vuoi utilizzare il tuo condizionatore portatile anche la notte?

Allora, non puoi non scegliere un climatizzatore portatile silenzioso dotato di funzione sleep. Questa funzione permette al tuo elettrodomestico di gestire in maniera automatica la potenza ideale in modo da mantenere un clima ideale per una notte non afosa.
Per riposare come si deve è necessario che il tuo climatizzatore portatile sia silenzioso nei fatti (e non nelle parole scritte su una descrizione). Per tal motivo suggeriamo di attenzionare il livello di rumorosità dichiarato che non deve superare i 40 decibel. Questo il nostro consiglio, poi, ovviamente, molto dipende anche dalla tua sensibilità al rumore. Potresti trovare ideale anche un condizionatore portatile da 65 db (purché abbia la funzione sleep).

Come calcolare la potenza ideale del climatizzatore in base alla superficie da rinfrescare?

C’è un semplicissimo calcolo matematico che puoi fare, considerando che la potenza di un condizionatore portatile è indicata in btu (340 Btu/h equivalgono ad un 1 watt/h). E a questo proposito ti invitiamo a leggere il nostro articolo “Calcolo btu necessari per rinfrescare una stanza“. dove, dopo aver compreso la potenza ideale, ti indicheremo anche degli appositi prodotti che puoi acquistare.

Vuoi che il tuo condizionatore portatile si accenda anche quando non sei a casa?

Allora, avrai la necessità di acquistare un elettrodomestico dotato della funzione timer, che ti permetterà di decidere quando dovrà accendersi e spegnersi il tuo climatizzatore portatile. Non tutti i timer sono programmabili ad ore. Alcuni permettono una regolazione solo in base ai minuti. Ad esempio: potrai ordinare al tuo climatizzatore portatile di spegnersi tra 30 minuti, ma non potrai ordinargli di accendersi alle 9 in punto.
Tra i migliori consigliamo Pinguino De’Longhi PAC AN97.

Pensi di tenere acceso il tuo condizionatore portatile per tante ore, tutti i giorni?

Allora, prendi un climatizzatore portatile inverter. Questa innovativa tecnologia permette di regolare costantemente, e in maniera automatica, la potenza e la velocità del tuo condizionatore portatile facendoti risparmiare sul consumo elettrico.

Search