Raffrescatore o condizionatore portatile?

Raffrescatore o condizionatore portatileArriva l’estate e torna il grande caldo. Di conseguenza torna in noi l’esigenza di difendersi dal caldo. C’è chi opta per un classico ventilatore ma c’è anche chi pretende qualcosa di più performante. Ed ecco che sopraggiunge così il dubbio:
“Meglio il raffrescatore o il condizionatore portatile? Quali vantaggi offre l’uno e quali vantaggi offre l’altro?”
In questo articolo vogliamo proprio aiutarti a scegliere il piccolo elettrodomestico rinfrescante che faccia pienamente al caso tuo, per questo ti invitiamo a proseguire nella lettura dell’articolo

Meglio il condizionatore portatile o il raffrescatore?

Dobbiamo specificare che una risposta universale a questa domanda non esiste. Poiché per certuni può essere meglio il rinfrescatore, per altri il climatizzatore. Tutto sta alla propria necessità. E con gli schemi in basso vogliamo evidenziare, intanto, i vantaggi e gli svantaggi offerti da questi due elettrodomestici. Mentre, poco più avanti, spiegheremo in modo più dettagliato quando preferire l’uno all’altro.

Vantaggi e svantaggi di un climatizzatore monoblocco rispetto al raffrescatore

Vantaggi:

  • Rinfresca l’ambiente.
  • Utile anche come deumidificatore (alcuni modelli pure come sistema di riscaldamento).

Svantaggi:

  • Costa di più.
  • Necessario far fuoriuscire il tubo di scarico dalla finestra.

Vantaggi e svantaggi di un raffrescatore rispetto al climatizzatore

Vantaggi:

  • Freschezza immediata.
  • Più economico.
  • Nessun tubo di scarico.
  • Consuma meno.

Svantaggi:

  • Non adatto per rinfrescare un ambiente domestico.
  • Rinfrescante davvero solo se colpiti dal venticello emanato.

Quando preferire il climatizzatore portatile al raffrescatore?

Quando si ha la necessità di dover abbassare la temperatura di una stanza. Se ad esempio in salotto c’è troppo caldo e vuoi che la temperatura si attesti sui 20/22°, allora hai bisogno di un climatizzatore monoblocco senza unità esterna (anche se meno diffusi, esistono pure i portatili con condensatore esterno). Il raffrescatore non è per nulla in grado di raffreddare adeguatamente una stanza. Anche perché quest’ultimo va visto come un ventilatore, solo che emana un’aria decisamente più fredda.

Quando preferire il raffrescatore al climatizzatore portatile?

Quando non hai la necessità di dover raffreddare una camera. Se tu vuoi solo usufruire di una bella ventata di aria fredda (come se ti trovassi all’aperto e all’improvviso soffiasse un gradevole venticello) allora il rinfrescatore è ciò che fa per te.
Ricorda però che tale elettrodomestico va usato in modo differente rispetto al climatizzatore, poiché se con quest’ultimo le finestre e le porte devono restare chiuse per favorire il raffreddamento dell’ambiente, con il rinfrescatore non è assolutamente così. Infatti, porte e finestre vanno lasciate aperte per evitare problemi di umidità (per via del vapore acqueo).

Rinfrescatore o condizionatore monoblocco: di cosa hai bisogno davvero?

Dopo aver letto l’articolo sarai arrivato ad una conclusione e di certo adesso saprai rispondere se per te è meglio optare per un condizionatore portatile o pure per un rinfrescatore. Ma questa non è l’unica scelta da fare perché devi anche pensare ai modelli da acquistare. Pure in questo vogliamo darti una mano grazie alle nostre selezioni.

Qui i raffrescatori da noi consigliati:

Qui i condizionatori portatili da noi consigliati:

Search