Raffrescatore: l’alternativa al condizionatore, senza tubo di scarico

raffrescatoreCerchi un’alternativa al condizionatore fisso e al climatizzatore portatile?
Cerchi un elettrodomestico senza tubo di scarico, in grado di raffreddare l’ambiente?
Allora, non fare confusione, perché non stai cercando un condizionatore portatile, ma un raffrescatore.
Questo particolare elettrodomestico è spesso confuso con il condizionatore portatile senza tubo, ma in realtà non è la stessa cosa. Il raffrescatore, o anche detto raffrescatore evaporativo o rinfrescatore, è in grado di rinfrescare un piccolo medio ambiente, anche in caso si lasci la porta o la finestra aperta.
Come funziona un raffrescatore?
Il funzionamento si basa sulla distribuzione dell’aria attraverso una ventola che, grazie all’aggiunta di acqua (per risultati migliori, anche ghiaccio) nella tanica contenuta all’interno del rinfrescatore, si riesce ad ottenere una ventilazione più fresca rispetto a quello provocato da un normale ventilatore.
Il raffrescatore evaporativo usa un principio di raffreddamento del tutto naturale, quindi non ha bisogno del condensatore né di gas refrigeranti.
Continuando nella lettura, potrai scoprire tutti i vantaggi di un raffrescatore, e scoprire le sue caratteristiche.

 

Raffrescatore evaporativo: i vantaggi

Abbiamo spiegato come il raffrescatore evaporativo usi un principio naturale per rinfrescare una stanza che non sia di grandi dimensioni. Se invece lo vuoi usare solo come ventilatore, allora puoi utilizzarlo in qualsiasi ambiente. Proprio come si fa, tuttora, nei grandi stabilimenti industriali. Ora, non ci resta che visionare tutti i vantaggi che si hanno, nel momento in cui si decide di acquistare questo elettrodomestico.

Consuma meno!

Il raffrescatore consuma meno, rispetto ad un condizionatore portatile. Questo perché questi elettrodomestici hanno una potenza davvero bassa, si parla di pochi watt. Solo alcuni modelli riescono a superare i 100 watti di potenza. a differenza dei condizionatori che possano arrivare anche a più di 1000 watt. E quindi consumano nettamente di più rispetto al rinfrescatore evaporativo.

Lo porti dove vuoi!

Lo abbiamo detto per il condizionatore portatile, lo possiamo dire anche per il rinfrescatore. Puoi portarlo dove vuoi grazie alle comode ruote, che consentono un facile e agevole trasporto. Inoltre, non c’è alcun tubo di scarico, e questo rende il trasporto ancora più agevole. Con la possibilità di poter davvero posizionare il tuo rinfrescatore evaporativo, ovunque tu voglia.

Costa pure meno!

Rispetto ad un condizionatore portatile costa davvero meno [come puoi constatare da questi prezzi]. In media il rinfrescatore evaporativo lo puoi trovare ad una cifra davvero alla portata. Quindi, non solo consuma meno e non ha tubi di scarico, ma ha un prezzo d’acquisto nettamente inferiore ed economico.

Nessun inquinamento per l’ambiente!

Prima abbiamo parlato di un processo di rinfrescamento del tutto naturale, questo comporta 0 emissioni nocive nell’ambiente. Il tuo rinfrescatore evaporativo trasforma l’aria, grazie ad un pannello intriso d’acqua, e questo permette da una parte l’evaporizzazione dell’aria, e dalla parte frontale, un benessere immediato e rinfrescante.

Umidificatore, ventilatore, condizionatore e purificatore d’aria

Comprando il tuo rinfrescatore, potresti usufruire di quattro funzioni al prezzo di una. Ovviamente, non potrà sostituire in maniera ottimale tutti e quattro gli elettrodomestici citati, altrimenti, in giro ci sarebbero solo raffrescatori d’aria, e sarebbe già finito il mercato di deumidificatori, ventilatori, condizionatori e purificatori.
Se cerchi propriamente un condizionatore o  un deumidificatore, che svolga solo la funzione specifica in modo egregio, non ti consigliamo l’acquisto del rinfrescatore. Al contrario, se cerchi un ventilatore nettamente più efficiente, in grado di essere un discreto condizionatore e deumidificatore, allora, il raffrescatore è l’acquisto che fa per te.

 

Raffrescatore o condizionatore portatile?

Il dubbio, leggendo, ti sarà venuto. Ora starai pensando a cosa convenga comprare tra un rinfrescatore evaporativo e un condizionatore portatile. Noi abbiamo elencato dei vantaggi non indifferenti da parte del rinfrescatore, però, si sa, non è tutto ora quello che luccica. In questo caso il condizionatore portatile costa di più, consuma di più rispetto ad un rinfrescatore evaporativo. È chiaro che, però, ha dei vantaggi maggiori in termini di freschezza.
Un climatizzatore portatile riesce a rinfrescare ambienti più grandi e in modo più performante. Un condizionatore è stato prodotto solo per questo e svolgerà il lavoro in maniera ineccepibile. Il raffrescatore può solo rinfrescare l’ambiente, non raffreddarlo completamente come un climatizzatore. Inoltre, il condizionatore portatile può anche riscaldare, al contrario del rinfrescatore. [Scopri qui i condizionatori caldo-freddo]

 

Rinfrescatore: crea più umidità o no?

Spesso si sente parlare di problemi di umidità nell’utilizzare un rinfrescatore evaporativo. Si vocifera, in modo non del tutto esatto, che un rinfrescatore possa portare maggiore umidità in casa, con conseguenze che sai benissimo quali potrebbero essere, e non sono di certo piacevoli. In effetti, a seconda della situazione, si potrebbero verificare alcuni problemi. Vediamo subito quali sono le situazioni in cui bisogna evitare un raffrescatore.
Quando potrei avere problemi di umidità?
Dove c’è già un alto tasso di umidità. Non utilizzare mai il tuo rinfrescatore, in luoghi dove c’è già un alto tasso di umidità, non faresti solo che peggiorare la situazione senza provocare alcun beneficio rinfrescante.
Il secondo caso in cui potresti avere problemi di umidità è se dovessi scegliere di comprare un rinfrescatore di scarsa qualità. A tal proposito, è importante valutare il marchio. Se prendi un rinfrescatore evaporativo qualsiasi, allora, puoi star certo che potresti anche andare incontro a problemi di umidità. Quindi, se vuoi evitare problemi di questo genere, noi ti consigliamo di affidarti ai rinfrescatori OneConcept. I migliori della categoria. E non avrai alcun problema di umidità.
Quindi, non posso utilizzare il rinfrescatore evaporativo in ambienti molto umidi?
Se l’ambiente è già di suo molto umido, non utilizzarlo come condizionatore, ma solo come e ventilatore.

 

I migliori raffrescatori

Prima abbiamo specificato come sia importante, valutare il marchio, per non andare incontro ad un rinfrescatore evaporativo che possa creare problemi di umidità, a prescindere dal luogo in cui viene utilizzato. Per evitare questi problemi, noi abbiamo selezionato per te i migliori raffrescatori, realizzati da brand assolutamente affidabili e professionali.

Ecco a te la selezione dei 3 migliori raffrescatori in grado di offrire il miglior rapporto qualità prezzo. Scopri se le offerte in basso sono ancora attive.

 

Ultimo aggiornamento: 16 dicembre 2018 15:05

 

Raffrescatori: prezzi

Un rinfrescatore evaporativo costa meno di un condizionatore portatile e ancor meno rispetto ad un climatizzatore fisso. Ovviamente, tra un rinfrescatore evaporativo ed un altro, ci potrà essere una differenza di prezzo, che dipenderà dalla grandezza del serbatoio dell’acqua (molto importante, perché più grande è il serbatoio, più sarà possibile usare in modo continuativo il tuo rinfrescatore), e da funzioni come il timer, che ti permette di programmare lo spegnimento e l’accensione del tuo rinfrescatore evaporativo.
Queste caratteristiche, comprese altre come la potenza e il basso livello di rumorosità, fanno aumentare il prezzo del tuo rinfrescatore. Ma puoi star tranquillo, perché il costo non sarà mai troppo alto.

Search